Non uccidere, Valeria ancora divisa fra rabbia e amore: si lascerà andare?

Domani sera venerdì 25 settembre, su Raitre alle 21.10 circa, andrà in onda la terza puntata della fiction Non uccidere (qui le anticipazioni della seconda) che la racconta le vicende personali di Valeria Ferro, ovvero Miriam Leone, e i casi che segue come poliziotta. Nel cast della serie anche Monica Guerritore (leggi l’intervista esclusiva di Velvet Cinema), Thomas Trabacchi (capo della Ferro, nonché suo fidanzato) e Gigio Alberti.

Nella seconda puntata è entrata pienamente in scena la madre di Valeria Ferro, Lucia (Monica Guerritore). A dividere le due donne è stata la morte del padre di Valeria, che Lucia aveva assassinato 17 anni prima. Ad arrestarla fu Giorgio Lombardi, un collega di Valeria che ora è il suo compagno nella vita. Se in un primo momento Valeria aveva deciso di vivere da Giacomo per non affrontare la madre, ora è tornata a casa sua decisa a fare chiarezza. Ma la comunicazione tra le due è molto difficile.

Dopo le iniziali resistenze, però, Valeria inizia a integrarsi maggiormente nella vita della sua famiglia, anche se i rapporti con la madre Lucia non sono ancora chiari. Le due donne sono distanti e le conversazioni tra di loro fredde. Diverso invece l’atteggiamento del fratello che vorrebbe riuscire a vedere Valeria e Lucia finalmente vicine. Ma Lucia è convinta che probabilmente sua figlia non riuscirà mai a perdonarla, per questo comincia a pensare che sia meglio rinunciare e farsi da parte.

Nel frattempo, Valeria è anche impegnata a risolvere un nuovo caso: un uomo ha chiamato la polizia perché sua moglie, che gli aveva appena detto di aspettare un figlio, è scomparsa. L’ispettore raggiunge la casa del marito rimasto solo e nota subito una buca scavata da poco nel giardino.

Foto by Ufficio Stampa

Impostazioni privacy