Gilmore Girls: Lauren Graham parla della serie “È come volevo che fosse”

Lauren Graham, alias Lorelai, una delle protagoniste di Gilmore Girls ha rilasciato una dichiarazione a Vanity Fair US nella quale dice che A Year in the Life, è quello che voleva che fosse. 

A pochi giorni dalla messa in onda internazionale parla una delle interpreti principali di Gilmore Girls. Si tratta di Lauren Graham che in un’intervista esclusiva rilasciata a Vanity Fair USA ha parlato molto della nuova serie Una mamma per amica: di nuovo insieme, il revival del telefilm che l’ha consacrata nel mondo del piccolo schermo. La Graham si è dichiarata molto contenta del fatto di ritrovare tutti i personaggi lo scorso anno – quando è stata girata la serie – perchè quando è terminata la settima stagione si è sentita come che non fosse finita davvero, ” volevo girare ancora”, dice Lauren. e prosegue parlando di Lorelai. “Sono molto contenta di tornare a vestire i panni  di Lorelai. La amo moltissimo e mi sento molto parte di lei: mi piace il suo approccio alla vita, il suo senso dell’umorismo e l’energia che mette in tutte le cose. Credo che sia il personaggio scritto meglio della serie”.

Gilmore Girls: come cambierà il rapporto tra Lorelai ed Emily

Ovviamente si parla molto anche dello sviluppo della trama: le cose sono cambiate molto  – e anche inevitabilmente – a causa della morte di “nonno Richard” e questo comporta anche una nuova relazione tra Lorelai e la madre Emily con la quale ha sempre avuto un rapporto decisamente conflittuale ( Leggi anche: Gilmore Girls: Come cambierà il rapporto tra Lorelai ed Emily). ” La cosa fondamentale di questa nuova mini serie” , dice Lauren Graham, “È che tutti i personaggi  sono cresciuti e certamente ci saranno i momenti di leggerezza e di scherzi, ma ci sarà comunque una maggiore profondità di argomenti da parte di ogni singolo personaggio. In questa nuova serie si avrà a che fare con il dolore causato dalla morte di una persona cara, momenti molto intensi di amore e di emozioni. Devo confessare che mentre leggevo il copione spesso ho pianto, ma allo stesso tempo ho pensato che era perfetto e calzante: era esattamente quello che volevo che fosse”.

Credits Photo: Facebook

Impostazioni privacy