Star Wars: paura per Carrie Fisher, ha avuto un infarto in volo

La principessa Leila di Star Wars, ovvero la grande attrice Carrie Fisher ha avuto un infarto in nottata mentre si trovava a bordo di un aereo che la portava da Londra a Los Angeles.

Arriva nella tardissima nottata tra il 23 e 24 dicembre 2016 la notizia che Carrie Fisher – da tutti conosciuta per il suo ruolo da Principessa Leila di Star Wars – ha avuto un infarto e si trovava a bordo di un aereo mentre stava affrontando il volo che la riportava da Londra a Los Angeles dove avrebbe dovuto trascorrere il Natale con la sua famiglia. L’attrice era seduta in una poltrona di prima classe del volo 935 della United Airlines quando ha subito l’arresto cardiaco. Carrie Fisher, classe 1956, dopo un volo di 11 ore partito da Londra e diretto a Los Angeles, a circa 15 minuti dalla fase di atterraggio, avrebbe “smesso di respirare” autonomamente. Lo raccontano i drammatici tweet di una donna seduta davanti all’attrice. La donna è stata rianimata immediatamente dal personale di volo e all’atterraggio, 15 minuti più tardi, è stata trasportata immediatamente verso il più vicino ospedale.

fisher-2

Immediatamente è accorsa la famiglia, ma secondo le fonti TMZ i bollettini seguenti parlavano di “condizioni critiche” e niente era certo fino a un annuncio fatto poco fa dal Todd Fisher, fratello dell’attrice: la sorella sarebbe in condizioni stabili ora, l’emergenza passata. I fan di Star Wars possono dunque tirare un sospiro di sollievo, almeno per ora. Billie Lourd, figlia della Fisher, ha raggiunto la madre all’ospedale per assisterla. Il Los Angeles Fire Department è stato allertato da una chiamata arrivata alle 12:11 ora di Los Angeles, che li avvertiva della presenza di una paziente in condizioni gravi su un volo in arrivo. I paramedici si sono precipitati sul posto e hanno atteso al Gate 74 l’arrivo della Fisher sulla barella. A quanto viene detto, la Fisher è stata “trattata in maniera aggressiva” e questo sembra averle salvato la vita.

Impostazioni privacy