Doc e Che Dio ci aiuti, la rivelazione che spiazza tutti: l’attore confessa il suo segreto

L’attore di Doc e di Che Dio ci Aiuti svela un aspetto inedito del proprio privato che aveva tenuto nascosto fino ad ora

Si è consacrato in ruoli molto importanti nelle fiction Rai come Doc, Che Dio ci Aiuti, Blanca e L’allieva. L’attore, nonostante sia uno dei più amati e apprezzati, è riuscito a mantenere privato un aspetto fondamentale della sua vita.

L’attore 34enne padovano, conosciuto soprattutto grazie alla fiction Doc, è impegnato nel lancio di Quello che provo dir non so, lo spettacolo scritto insieme a Matteo Monforte, che  porterà in scena il 26 agosto al Teatro Tor Bella Monaca a Roma e poi in tutta Italia. Proprio durante un’intervista a Repubblica, realizzata per presentare il suo spettacolo teatrale, l’attore ha spiazzato tutti con una rivelazione inedita sulla propria vita privata.

Pierpaolo Spollon, l’attore di Doc svela il suo segreto e perché non l’ha detto prima

L’attore conosciuto per Doc e Che Dio ci aiuti, in un’intervista a Repubblica ha confessato di essere padre di due bambini, ma ha voluto mantenere il segreto fino ad ora per proteggere la privacy dei piccoli.

“A Padova lo sapevano e hanno rispettato la mia discrezione, avevo paura di dare i figli in pasto, li ho protetti. Poi, se un giorno vorranno farsi fotografare, stare sui social, decideranno loro. Orlando, il grande, ha quattro anni e mezzo” spiega. Pochi colleghi e addetti ai lavori lo sapevano, infatti Spollon rivela: “Una volta a chi mi faceva i complimenti ho detto: ‘Vengo appena posso, ho un figlio’. Mi ha risposto: ‘Non è possibile, sul web non c’è scritto”.

Pierapolo Spollon, l'attore di Doc e la rivelazione che spiazza tutti
Pierapolo Spollon, l’attore di Doc è padre di due bambini: il segreto mantenuto finora (ansa.it) velvetcinema.it

Il tempo ha fatto maturare così la decisione di svelare a tutti il suo più grande segreto: “I figli sono la mia vita, una grande felicità. E continuare a dire: il privato è privato, con due bambini, non aveva più senso”.

L’attore ha parlato anche di un momento difficile della sua vita, mandando un messaggio fondamentale per tutti i giovani in difficoltà, invitandoli a chiedere aiuto e a parlare con degli specialisti. “Una volta giravo a Roma e scappavo a casa per vederlo anche poche ore. Poi una notte ero stanchissimo, piangeva l’ho preso in braccio e mi stava scivolando. Ho provato un terrore puro. Ho capito che dovevo parlare di quella paura e sono andato dallo psicoterapeuta. Quando mi ha chiesto: perché è qui? Ho risposto: avevo mio figlio in braccio, ho avuto paura, avevo bisogno di parlarne”.

L’attore di Doc ha scelto di non dare ulteriori dettagli sulla sua relazione e sulla sua compagna, di cui sappiamo solo che si chiama Angela. Rispetto alla fama conseguita con il tempo, l’uomo dice di esserne grato: “Sono riconoscente, passo ore a salutare tutti. Con i papà mi esalto e quando dicono: “Sei il mio preferito di mia moglie”, li abbraccerei”.

Impostazioni privacy