Il Coraggio di Una Donna – Rossella, capitolo secondo: Giuliano non farà più del male

Su Rai Uno la quinta e ultima puntata de Il Coraggio di Una Donna – Rossella, capitolo secondo ha conquistato 4.541.000 spettatori pari al 16.82 per cento di shareRossella (Gabriella Pession) e Riccardo (Danilo Brugia) sembrano pronti a partire per l’America insieme ai bambini e iniziare lì una nuova vita. Devono fare i conti con la sete di vendetta di Giuliano (Paolo Mazzarelli). L’uomo si introduce a casa di Rossella, dove la picchia e la violenta. Quando Riccardo scopre quello che è successo, vorrebbe ucciderlo, ma Giuliano ha la meglio. Gli spara ripetutamente alle spalle, lasciandolo a terra senza vita. Rossella è sotto shock e resta abbracciata al cadavere per tutta la notte. La dottoressa viene soccorsa da Natuzza (Serena Rossi) ed Elvira (Anna Melato) e quando capisce che i figli non ci sono (rapiti dal padre, sono poi riusciti a fuggire), con l’aiuto di Lorenzo (Simone Montedoro), esce per cercarli. Fortunatamente Vanni (Ugo Dighero) incontra i ragazzini per caso e li aiuta a trovare la mamma.

Dopo aver riabbracciato i figli, Rossella può andare in ospedale a farsi visitare. Il dottore è sconvolto e redige un certificato medico che attesta la violenza subìta da Giuliano. Inizialmente la donna è titubante se denunciare o meno l’ex marito, ma quando l’uomo riesce a far passare l’omicidio di Riccardo come legittima difesa, Rossella decide di andare in Tribunale. Il processo crea molto scalpore. A testimoniare davanti al giudice si presentano anche Paolina (Teresa Saponangelo) e Natuzza. La situazione per Giuliano sembra farsi sempre più grave. Per questo motivo l’uomo decide di organizzare il rapimento e l’omicidio dell’ex moglie, facendolo passare per un suicidio. Arriva la notte stabilita per attuare il piano, ma Lorenzo riesce a salvare la donna e uccidere Giuliano, trafiggendolo con la spada.

Il processo a carico dell’uomo è quindi estinto, anche se il giudice ci tiene a precisare che l’imputato sarebbe stato condannato. Lorenzo non viene indagato perché in questo caso si tratta davvero di legittima difesa e così può organizzare il suo ritorno a Roma dal padre malato. Rossella è finalmente libera di vivere la propria vita serenamente e riesce anche a realizzare il suo più grande sogno: un reparto pediatrico a lei dedicato nell’ospedale di Genova. La donna capisce anche di non poter fare a meno di Lorenzo e così lo raggiunge alla stazione per dichiarargli il suo amore e chiedergli di tornare in città il prima possibile.

Nonostante gli ottimi ascolti della fiction, sembra che la terza serie non ci sarà. Non vedremo più Rossella e Riccardo insieme sul piccolo schermo? Non è detta l’ultima parola.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy