Le mani dentro la città, penultima puntata: Maria riuscirà a scappare?

Ieri – venerdì 11 aprile – è andata in onda su Canale 5 la quinta e penultima puntata de Le mani dentro la città con Simona Cavallari e Giuseppe Zeno nelle vesti del commissario Viola Mantovani e dell’ispettore Michele Benevento. I due hanno caratteri completamente opposti e per questo motivo si scontrano spesso: lui è impulsivo, mentre lei è pacata. I due indagano sulla famiglia calabrese dei Marruso e quando il boss – Don Carmine (Andrea Tidona) – finisce in coma, a guidare le redini della famiglia ci sono i due figli Pinuccio (Marco Rossetti) e Fulvio. Il primo non è affidabile e vuole far entrare settecento chili di cocaina nel Paese senza dire nulla a nessuno.

Intanto tra gli operai che occupano le fabbriche in città c’è anche il padre di Viola che durante uno sgombero viene ferito a morte da un poliziotto. La donna vorrebbe dare le dimissioni, ma Michele la fa rinunciare a questa idea. Intanto l’agente Ventura (Viola Sartoretto) viene fatta fuori mentre si trova sotto copertura nel club dei Marruso, invece Pinuccio invia il cognato – Nicola – in garanzia per il pagamento della cocaina (non avendo saldato il conto), condannandolo così a morte. Il padre, il boss Nuzzo, ha capito che c’entra lui e così lo vuole ammazzare. Intanto Maria Marruso (Daniela Marra) – disperata per la morte del fidanzato – dà alla luce il loro bambino.

Pinuccio viene portato in ospedale perché è salvo, ma gli agenti mettono delle microspie per sapere le sue prossime mosse. Nel frattempo Don Carmine è sulla sedia a rotelle, quindi a guidare la famiglia è Fulvio che ha deciso di fare una pace con Nuzzo. Quest’ultimo però è alleato con Carrisi e quindi più forte, ma Fulvio decide di ucciderlo così il boss resterà da solo. A questo punto accetta la tregua: Maria battezzerà il bambino con Nuzzo come padrino. La ragazza è costretta ad accettare, ma alla fine della cerimonia scappa col bambino. Fuga breve, visto che ha un incidente e viene riportata a casa e segregata.

Intanto la Mantovani scopre che il sindaco Pagani (Massimo Bonetti) ha dei giri loschi, mentre Benevento viene incastrato da Pinuccio: il ragazzo gli fa mettere della droga in casa e quindi l’agente viene costretto agli arresti domiciliari. Ci penseranno i suoi colleghi Ercolani (Massimiliano Gallo) e Pinchera (Denis Fasolo) a dimostrare la sua innocenza. La polizia scopre che Pinuccio controlla i traffici di droga, ma quando vanno in clinica per arrestarlo lui è già scappato. Infine Michele incontra Maria sulla tomba della sua ex fidanzata – e sorella della ragazza – ma il loro è solo un incrocio di sguardi: si deciderà a collaborare con lui? La sesta e ultima puntata della fiction andrà in onda venerdì 18 aprile.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy