Dal 19 agosto: "Mission: Impossible – Rogue Nation", "L'A.S.S.O. nella manica"

Dopo gli ottimi risultati al botteghino dell”ultimo weekend con Ant-Man che ha rivitalizzato un po” le uscite, questa settimana arriva un”altro kolossal pronto a dire la sua al box office italiano dopo aver conquistato già pubblico e critica all”estero. Proposto in ben 377 sale, Mission: Impossible – Rogue Nation (leggi la recensione di Velvet Cinema) è la quinta avventura dell”agente segreto Ethan Hunt, sempre perfettamente interpretato da Tom Cruise, che anche questa volta è accompagnato da Jeremy Renner, Simon Pegg e Ving Rhames più la new entry Rebecca Ferguson.

Lo spy movie ha inizio con il Governo che decreta la chiusura dell”IMF, la divisione di Ethan Hunt e compagni, giudicandone i metodi troppo caotici e i risultati dettati più dalla fortuna che della professionalità. Da fuggiaschi, gli ex agenti indagano sul cosiddetto “Sindacato”, un gruppo di spie dichiarate morte e invece attivissime in ogni settore del terrorismo contemporaneo. Inutile dire che non mancheranno colpi di scena e adrenalina. Chi invece preferisse il genere commedia, può optare per L”A.S.S.O. nella manica (guarda il trailer). Proposta in 175 sale, la pellicola è incentrata sulla storia di una liceale che scopre di essere popolare solo perché amica delle due più belle della scuola. Per online casino cambiare il proprio destino, chiede aiuto a un suo vecchio amico.

Dal 19 agosto: "Mission: Impossible - Rogue Nation", "L'A.S.S.O. nella manica", "Breaking Dance"

In 198 cinema fa anche il suo esordio Breaking Dance, una commedia musicale di grande attualità che ha come protagonista una aspirante ballerina che tenta di trovare il successo tramite i social. Quando un manager si accorge di lei, la danzatrice deve decidere se proseguire da sola verso la notorietà o dar retta al cuore e non tradire i suoi amici storici. Infine, spazio anche all”horror con The Gallows – L”esecuzione (188 sale). La trama del film vede un gruppo di studenti alle prese con una piece teatrale che, in una rappresentazione di dieci anni prima, provocò la morte di un attore.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy