La top 5 delle star di Hollywood più eco-friendly: la sostenibilità è da Oscar

Belli, bravi, ricchi ed ecologisti: le star di Hollywood che piacciono a noi sono quelle che di tanto in tanto dismettono i panni di extraterrestri patinati e impeccabili per indossare t-shirt (meglio in cotone organico), stivali da giardiniere e berretto. Sì, avete capito bene: facciamo il tifo per gli attori green addicted, quelli che si battono per un pianeta migliore, coltivano il loro orto biologico e si adoperano per costruire pozzi d’acqua nei paesi più aridi dell’Africa.

Ché poi ci piacciono molto perché ci danno l’ispirazione per fare altrettanto. Se loro ci mettono la faccia, noi possiamo metterci la testa. Mentre i vip lottano per le grandi cause e per dare a queste maggiore risalto, noi possiamo impegnarci nei gesti più semplici. Se loro si prodigano a nome di intere popolazioni noi, per esempio, possiamo impegnarci in pratiche più modeste ma di certo non meno importanti: dalla raccolta differenziata al car sharing, dagli spostamenti in bici alla riduzione degli sprechi energetici mediante pacchetti pensati proprio per eliminare le inefficienze. Parliamo ad esempio di MyEnergy, un’offerta Eni pensata per piccole e medie imprese che, attraverso un dispositivo collegato al contatore (myEnergy meter,) rileva costantemente i consumi e li rende consultabili da PC o smartphone (tramite un’apposita app). In caso di inefficienze o eccessi di consumo, si riceve in tempo reale un avviso oltre a consigli mirati per gestire in modo efficiente l’energia.

Ma torniamo alle star. Anzi, vediamo nel dettaglio le più eco sostenibili:

  • Pierce Brosnan: famosissmo per le sue battaglie ambientaliste, è entrato a far parte del prestigioso Enviromental Hall of Fame, uno dei massimi riconoscimenti nel mondo dell’ecologia. Ah, inoltre guida solo auto ibride. Alla faccia del caro 007, fedelissimo ancora alle emissioni di CO2.
  • Leonardo DiCaprio: signori qui non ce n’è per nessuno. Tanto bello, quanto bravo, quanto green. Praticamente il salvatore del mondo. Le sue case sono tutte eco friendly, con sistema di filtraggio dell’acqua e dell’aria, pannelli solari e… chi più ne ha più ne metta. Anche lui guida auto ibride e non usa jet privati. Ok, ogni tanto si fa prestare lo yacht dagli amici, ma qualche donzella dovrà pure conquistarla.
  • Julia Roberts: la sua villa di Malibù è il paradiso dei green addicted. Legno proveniente da foreste certificate, finestre e piastrelle ottenute da materiale riciclato e impianti fotovoltaici per il riscaldamento e la produzione di acqua calda, senza dimenticare un sistema di recupero per l’acqua piovana. Quel sorriso smagliante è certamente merito del suo stile di vita sano.
  • Maryl Streep: nel 1989 ha dato vita ad una delle campagne di sensibilizzazione più significative per la lotta all’utilizzo dei pesticidi in agricoltura. Chissà, forse è per questo che la parte di Francesca ne “I ponti di Madison County” sembrava così sua. Del resto era una moglie infelice dell’Iowa, ai tempi in cui l’Iowa era solo una distesa di campi da coltivare, rigorosamente senza pesticidi.
  • Jessica Alba: dopo la maternità ha fondato “The Honest Company”, una start up di prodotti per bambini specializzata in pannolini biodegradabili, detergenti e detersivi bio. Madre Natura ringrazia di certo.

Loro fuori dal set pensano al bene del nostro Pianeta. Noi, che abbiamo molte meno opportunità di sfuggire alla realtà, dovremmo guardarla in faccia più onestamente e portare fuori la spazzatura chiudendola nel sacchetto giusto. Magari spegnendo la tv e la luce all’ingresso mentre ci avviamo verso i bidoni.

Foto by Facebook

 

Impostazioni privacy