Stan Lee, il creativo Marvel ricoverato per problemi cardiaci. Come sta ora?

Stan Lee, uno dei più grandi creativi dei Marvel Studios, è stato ricoverato in ospedale per problemi cardiaci. Ma ora sembra stare bene. Ecco tutte le novità sul suo stato di salute.

Stan Lee, anziano creativo Marvel, è stato ricoverato in ospedale per problemi cardiaci. Le sue condizioni di salute però sembrano essere migliorate tanto che lo stesso Lee ha raccontato della sua malattia, dichiarando: “Tutto quello che posso dire è che mi sento bene. Sono felice di essermi recato in ospedale, mi ha fatto bene. Ha fatto bene anche ai miei fan. Mi ha tenuto fuori dalle scatole per una serata. Ma ora mi sento bene e non vedo l’ora di tornare nella competizione”.

Il famosissimo fumettista era stato portato d’urgenza all’ospedale Cedars-Sinai di Los Angeles, con difficoltà respiratorie e battito irregolare, ma a quanto pare il disturbo si sarebbe risolto dopo poche ore. Stan Lee aveva anche partecipato lo scorso lunedì alla premiere del nuovo film firmato Marvel Studios, Black Panther.

La notizia del suo ricovero è stata riportata da Tmz, rivista specializzata nel mondo dello spettacolo. Con i suoi 95 anni d’età, Stan Lee il celebre ideatore dei più amati e seguiti eroi dei fumetti, come Spiderman e i più contemporanei Avengers. Nonostante la sua brillante carriera, anche Stan Lee è entrato nelle ultime settimane nello scandalo molestie sessuali. Il creativo è stato accusato di comportamenti inappropriati da alcune infermiere che si recavano da lui a domicilio. Secondo quanto riferito dal Mail alcune fonti hanno parlato di una non ben specificata azienda che fornisce infermiere e badanti a domicilio che avrebbe ritirato le proprie collaboratrici da casa Lee in quanto il creativo avrebbe dimostrato comportamenti inappropriati nei confronti delle donne che erano lì per assisterlo, addirittura presentandosi nudo di fronte a loro, richiedendo pratiche orali e palpeggiandole.

Stan Lee, il creativo Marvel ricoverato per problemi cardiaci. Come sta ora?

Photo credits Facebook

Impostazioni privacy