Aurora Ramazzotti parla del parto e confessa: “Settimane per superare l’amarezza”

Aurora Ramazzotti racconta un particolare aneddoto relativo al suo parto: le parole della neomamma toccano profondamente gli utenti web.

La figlia di Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker ha sempre mostrato massima apertura circa i principali argomenti di attualità, soprattutto se riferiti al genere femminile. Paladina del body positive e soprattutto della lotta contro la misoginia, Aurora Ramazzotti ha spesso affrontato argomenti delicati con i suoi followers, trovando il coraggio di raccontare senza vergogna degli aneddoti assolutamente personali della sua vita privata.

Non deve stupirci dunque la scelta dell’influencer milanese di parlare anche della gravidanza, del parto e dunque dei primi mesi da neomamma. Aurora ha raccontato di non essere riuscita ad affrontare il parto naturale e di essere stata costretta a ricorrere al cesareo. Alternativa assolutamente dignitosa, che non toglie nulla al suo ruolo di donna e di madre. Eppure, sembra che la primogenita dell’iconico cantante italiano abbia sviluppato una certa amarezza a riguardo: Aurora avrebbe voluto che Cesare venisse al mondo con la sola forza del suo corpo, senza aiuti esterni eccessivamente invasivi.

Aurora Ramazzotti si lascia andare ad un toccante sfogo: “Il mio corpo non è riuscito a fare il suo lavoro”

Il piccolo Cesare è nato con parto cesareo, precisamente in poco più di venti minuti, come ha specificato la stessa Aurora Ramazzotti. L’intervento ha consentito ad entrambi di affrontare questa prima battaglia mamma-figlio in completa serenità, senza ulteriori stress fisici per il bambino. Tuttavia, sembra che l’influencer abbia sperato fino all’ultimo di farcela con le sue sole forze: “Ci ho messo qualche settimana a superare l’amarezza di non essere riuscita a partorirlo naturalmente” – sono state le sue parole – “Non accettavo che il mio corpo non fosse riuscito a fare il suo lavoro”.

Lo sfogo di Aurora Ramazzotti sui social
Aurora Ramazzotti si sfoga sui social: il parto non è andato come aveva pianificato – credit: Instagram @therealauroragram – velvetcinema.it

Al contempo, Aurora ha voluto sottolineare quanto un tale approccio sia totalmente sbagliato, a tratti addirittura tossico. L’impossibilità di partorire naturalmente i propri figli non toglie nulla alla propria persona, sia in quanto donna, sia ovviamente in quanto madre. “Doveva andare così” – ha dunque sottolineando, invitando tutte le neomamme ad accettare i propri limiti senza trasformarli in mancanza di autostima e scarsa sconsiderazione di se stessi.

Una seconda domanda prodotta dai followers si riferisce invece all’evoluzione fisica dovuta alla gravidanza. Il corpo femminile cambia una volta concepito il primo figlio e questo non dovrebbe trasformarsi in un ulteriore impedimento. “Arriverà il momento in cui ti sentirai pronta” – sono state le parole di Aurora – “[…] Bisogna essere preparate psicologicamente ad accogliere quello che il nostro corpo attraverserà”.

Impostazioni privacy