“Innamorato pazzo”, l’iconico cult con Muti e Celentano: il dettaglio che pochi hanno notato nel film

“Innamorato Pazzo”, nel backstage dell’iconico film c’è stato un vero e proprio scandalo: i segreti della produzione sono infiniti.

“Innamorato pazzo”, il film del 1981 diretto da Castellano e Pipolo e interpretato da Adriano Celentano e Ornella Muti, è come una calamita che cattura l’attenzione di milioni di spettatori ogni volta che viene trasmesso in televisione.

Per coloro che ancora non conoscono la storia, la protagonista femminile è Cristina (Muti), figlia del re Gustavo di Saint Tulipe, in missione diplomatica a Roma. Il film ottenne un grande successo sia di pubblico che di critica, proprio come “Il bisbetico domato” nel 1980, sempre diretto da Castellano e Pipolo e con gli stessi protagonisti. Tuttavia, ci sono curiosità che probabilmente ancora non conoscete.

“Innamorato pazzo”, i dettagli segreti non sono finiti

La famiglia reale di Saint Tulipe può essere facilmente paragonata a quella del Principato di Monaco. Il re Gustavo (Adolfo Cieli), sua moglie Betsy (Milla Sannoner) e Cristina richiamano molte caratteristiche del Principe Ranieri di Monaco, Grace Kelly e la loro figlia Carolina, senza dimenticare il fatto che anche a Saint Tulipe c’è un famoso casinò. Il brano che sentiamo durante la famosa scena della serenata, inoltre, è una rivisitazione molto originale di uno dei pezzi dell’opera “Il Barbiere di Siviglia” (“Largo al factotum”) di Gioacchino Rossini, scritta da Castellano e Pipolo con la collaborazione del grande Bruno Zambrini, compositore di tutta la colonna sonora.

Celentano e Muti sul set di "Innamorato Pazzo"
Celentano e Muti sul set di “Innamorato Pazzo” (VelvetCinema.it)

Un altro importante dettaglio da sapere è che la sequenza finale, in cui la popolazione lancia biglietti da 10.000 lire (ovviamente finti) ai sovrani di Saint Tulipe, non è stata girata a Roma, ma in Via Volta a Como. Anche la villa che vediamo nel film si affaccia sul lago di Como ed è Villa Olmo. Il condominio in cui vive Barnaba/Celentano è lo stesso edificio in cui il regista Camillo Mastrocinque ambientò il celebre film “La banda degli onesti” nel 1956, con Totò, Peppino De Filippo e Giacomo Furia. Si trova, invece, esattamente in Viale delle Milizie 76 a Roma.

Nel backstage del film si è consumato un tradimento

Durante le riprese, alcuni paparazzi scattarono delle foto ai due protagonisti che mostravano una speciale complicità tra Celentano e Muti. Nel 2014, sarà lo stesso Molleggiato a dichiarare di aver avuto un flirt con l’attrice proprio in quel periodo. La Muti ha confermato, aggiungendo che è stato l’unico episodio di infedeltà durante la sua lunga storia d’amore con Federico Facchinetti, padre di due dei suoi tre figli, con cui si sposò nel 1988.

Celentano e Muti sul set di "Innamorato Pazzo"
Celentano e Muti sul set di “Innamorato Pazzo” (VelvetCinema.it)

“Innamorato pazzo” continua a conquistare il pubblico con il suo fascino e il suo umorismo senza tempo, e queste curiosità affascinanti aggiungono un tocco di intrigo al film.

Impostazioni privacy