Ex “Power Ranger” uccide un amico con la spada

Potrebbe essere la scena di un film, magari un film di serie B, invece è la realtà: l’attore 36enne Riccardo Medina Jr, noto per aver interpretato il Red Ranger nella nota serie televisiva americana Power Rangers: Wild Force, sabato 31 gennaio – nel pomeriggio – è stato arrestato nel suo appartamento a Los Angeles con l’accusa di aver ucciso un suo compagno di stanza (il coetaneo Joshua Sutter) con una spada. Secondo le autorità del luogo, i due uomini hanno avuto una discussione che poi sarebbe degenerata in rissa; non si conoscono ancora i motivi di un litigio così violento, gli investigatori ipotizzano che Sutter sia entrato nella camera contro la volontà di Medina, il quale si trovava dentro con la sua ragazza.

In preda a un’ira cieca, l’ex Power Ranger avrebbe afferrato una spada che teneva accanto alla porta e con essa colpito il coinquilino all’addome. Un colpo, una ferita fatale. Ritrovato un briciolo di lucidità, Medina ha chiamato il 911. E’ stato ammanettato sulla scena del crimine e condotto nel carcere della stazione di polizia della città di Palmdale; lì è stata fissata una cauzione di 1 milione di dollari. Sutter, invece, è stato dichiarato morto all’arrivo in ospedale.

Oltre al Red Ranger (era il 2002), Media ha interpretato Derek nei Power Rangers Samurai (2011-2012). Ha anche ottenuto piccoli ruoli nelle serie tv cult ER e CSI: Miami. Insomma, la sua carriera d’attore non è mai decollata. Di conseguenza le sue finanze languivano. Per risollevarle ha lavorato anche come spoglierallista, ma ha sempre rifiutato l’idea di fare un mestiere “normale”. Forse non ha mai accettato l’idea che, nonostante la grande occasione avuta con i Power Rangers, le cose non siano mai andate come avrebbe voluto.

Foto by Twitter

Impostazioni privacy