Dal 19 marzo: “Latin Lover”, “La solita commedia – Inferno” e “The Divergent Series – Insurgent”

Tanti i film in uscita in questo giovedì 19 marzo: c’è The Divergent Series – Insurgent di Robert Schwentke, con Shailene Woodley, Theo James, Naomi Watts, Kate Winslet e Octavia Spencer (qui il trailer italiano), in programmazione in 315 sale. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare tutti quelli che ama e se stessa. C’è poi Chi è senza colpa di Michael R. Roskam, con Tom Hardy, Noomi Rapace, James Gandolfini, Matthias Schoenaerts e John Ortiz, in programmazione in 55 sale. La storia è quella di Bob è un barman di Brooklyn impiegato nel pub del cugino Marv, ex proprietario e adesso galoppino di un criminale ceceno, che impiega il suo locale come copertura e deposito di denaro sporco. Questo è l’ultimo film interpretato da James Gandolfini prima della sua prematura scomparsa.

Tanti gli italiani, c’è La solita commedia – Inferno di e con Fabrizio Biggio, Francesco Mandelli (leggi la recensione di Velvet Cinema) in programmazione in 295 sale cinematografiche. 2015: l’Inferno è nel caos. Una schiera di nuovi peccatori arriva ogni giorno ad affollare gli uffici di Minosse. Ma l’Inferno è una struttura vecchia, antiquata e i nuovi peccatori, non trovando una giusta collocazione, si disperdono tra i gironi. Lucifero viene ricevuto da Dio, che cerca una soluzione e affida quest’incarico a Dante Alighieri. Molto atteso anche Latin Lover di Cristina Comencini, con Virna Lisi, Marisa Paredes, Angela Finocchiaro, Valeria Bruni Tedeschi e Candela Peña (leggi la recensione di Velvet Cinema), in 296 sale. Nel decennale della morte di Saverio Crispo, divo del cinema italiano, le due vedove e quattro delle cinque figlie, avute da cinque donne diverse, si ritrovano nel paesino pugliese da cui aveva origine il padre per una riunione di famiglia.

Arriva al cinema anche La prima volta di mia figlia che segna l’esordio alla regia di Riccardo Rossi (qui l’articolo sul suo debutto). Protagonisti sono Riccardo Rossi, Anna Foglietta, Fabrizia Sacchi, Stefano Fresi e Benedetta Gargari, in 166 sale cinematografiche. Alberto è un medico della mutua, maniaco dell’ordine, separato da dieci anni e totalmente dedito alla figlia quindicenne. Un giorno legge di nascosto sul diario di Bianca che la sua bambina sta per fare l’amore per la prima volta. E la sua vita metodica ha un crollo.

Sugli schermi anche Fino a qui tutto bene di Roan Johnson, con Alessio Vassallo, Paolo Cioni, Silvia D’Amico, Guglielmo Favilla e Melissa Anna Bartolini (qui l’articolo in cui Alessio Vassallo parla del suo personaggio), in 91 sale cinematografiche. Pisa, oggi. Ultimi giorni di cinque studenti nell’appartamento che hanno condiviso durante gli studi. Per chi, invece, preferisce i film drammatici, c’è Vergine giurata di Laura Bispuri, con Alba Rohrwacher, Flonja Kodheli, Lars Eidinger, Luan Jaha e Bruno Shllaku (leggi la recensione di Velvet Cinema). Hana, orfana albanese, viene accolta in casa di un montanaro con moglie e una figlia più o meno dell’età della ragazza, Lila. Ma la cultura arcaica che abita quelle regioni mortifica e reprime il femminile, e Hana si ritrova a compiere una scelta drastica: diventare una vergine giurata, ovvero giurare verginità eterna e assumere un’identità maschile.

C’è anche N-Capace di e con Eleonora Danco, in programmazione in sole 3 sale cinematografiche. Eleonora Danco, autrice e regista teatrale al suo debutto cinematografico, si aggira fra Roma e Terracina vestita di bianco, talvolta in pigiama (con letto annesso), talvolta drappeggiata da una sorta di tunica romana (con in mano un piccone). E fa domande a tutti. Una nuova amica di François Ozon, con Romain Duris, Anaïs Demoustier, Raphaël Personnaz, Isild Le Besco e Aurore Clément, in programmazione in 39 sale cinematografiche. Il film narra la storia di una giovane donna che cade in depressione dopo la morte della migliore amica.

In uscita, anche SmoKings il documentario di Michele Fornasero, in programmazione in 3 sale. I fratelli Messina sono i proprietari di Yesmoke, una piccola fabbrica di sigarette con sede a Settimo Torinese, in Piemonte, che fondano nel 2007 dopo essere stati costretti a chiudere il loro sito di vendita online di sigarette. La loro attività infastidiva le grandi multinazionali del tabacco, prima fra tutte la Philip Morris che gli intenta causa e li obbliga all’oscuramento del sito. Infine, esce Bekas di Karzan Kader, con Zamand Taha, Sarwal Fazil, Diya Mariwan, Suliman Karim Mohamad e Rahim Hussen. Primi anni Novanta. Il regime di Saddam Hussein esercita una violenta pressione sulla regione curda dell’Iraq. Due fratelli curdi orfani e senzatetto vedono il film Superman attraverso un buco nel muro del cinema locale, e decidono di andare in America. Non hanno nulla, ma, imperterriti, stabiliscono di intraprendere il viaggio verso il loro sogno. Raccolgono tutti i dinar che hanno e comprano un asino (che chiamano Michael Jackson) e con lui partono verso i loro sogni.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy