Leonardo DiCaprio sarà un serial killer per Martin Scorsese in The Devil in the White City

Dopo aver conquistato pubblico e critica con Gangs of New York (2002), The Aviator (2004), The Departed (2006), Shutter Island (2010) e The Wolf of Wall Street (2013), Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese torneranno presto a lavorare insieme. Il sodalizio artistico che dura da oltre 15 anni tra si rinnoverà grazie al thriller The Devil in the White City, che il regista ha accettato di dirigere nelle scorse ore. Si tratta dell’adattamento cinematografico del bestseller The Devil in the White City: Murder, Magic And Madness At The Fair That Changed America (uscito in Italia con il titolo La Città Bianca e Il Diavolo), scritto da Erik Larson nel 2003. Un progetto al quale era già da qualche anno legato Leonardo DiCaprio.

Distribuita dalla Paramount pictures, la pellicola può contare sulla sceneggiatura del candidato all’Oscar Billy Ray (tra gli autori dello script della saga Hunger Games) e narra la storia di Henry H. Holmes, un insospettabile sociopatico che nella Chicago di fine XIX secolo si dedicò alla costruzione di un albergo in cui poter dare sfogo a tutti i suoi deliranti sogni di sangue. Considerato uno dei più feroci serial killer di tutti i tempi, si pensa abbia ucciso oltre 200 vittime, anche se sono solo 27 quelle accertate. Nella sua autobiografia, scritta mentre era in carcere, affermò di avere commesso 133 omicidi.

Prima di tornare a collaborare per la sesta volta, le due star di Hollywood devono prima terminare i rispettivi impegni. L’attore è sul set del folle Crowded Room e sarà a breve nelle sale di tutto il mondo con Revenant – Redivivo (guarda il trailer su Velvet Cinema), ispirato al romanzo The Revenant: A Novel of Revenge di Michael Punke, e diretto dal regista messicano Alejandro González Iñárritu (Birdman). Un ruolo che gli varrà con tutta probabilità l’ennesima nomination all’Oscar: che sia la volta buona per portarsi a casa la statuetta? Il regista, invece, è impegnato dietro la macchina da presa nella realizzazione del dramma storico Silence, interpretato da Andrew Garfield, Ken Watanabe e Liam Neeson, e incentrato su due preti cristiani che vengono perseguitati mentre stanno in una missione in Giappone.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy