Ritorno al futuro: il trailer del documentario Back in Time con interviste e curiosità sul cult

È on line il trailer di Back in Time, il documentario di James Aron dedicato al film cult Ritorno al futuro e finanziato attraverso Kickstarter, sito web di crowdfunding per progetti creativi. Questo prodotto speciale farà parte degli extra dell’edizione in Blu-ray realizzata per il 30° anniversario della trilogia di Ritorno al Futuro, ma sarà disponibile anche nei cinema americani a partire dal fatidico 21 ottobre 2015, ovvero il giorno in cui Marty McFly imposta come data di arrivo sulla sua DeLorean. Una data che molti fan propongono come giornata dedicata al film. Per quanto riguarda l’Italia, i fan possono continuare a sperare, visto che c’è l’effettiva possibilità che venga proposto prima del film in occasione del compleanno.

Il documentario è ricchissimo di interviste al cast originale, quindi Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson e Crispin Glover, al regista Robert Zemeckis, all’autore e sceneggiatore Bob Gale e persino al produttore Steven Spielberg (che sta lavorando ora alla serie Minority Report), e si propone di mostrare in che modo è nata la saga di Ritorno al futuro e sopratutto quanto e come abbia inciso sulla cultura di questi anni. In più, una vasta selezione del materiale di backstage raccolto sul set ai tempi della lavorazione dei tre film. Il documentario prende il titolo dalla canzone scritta da Huey Lewis (anch’egli intervistato) che fa da tema alla pellicola originaria.

Ritorno al futuro: il trailer del documentario Back in Time con interviste e curiosità sul cult

Per quanto riguarda le voci di un possibile remake della triologia, è ancora una volta il regista Robert Zemeckis ad opporsi con forza, denunciando l’assurdità del rifacimento di un’opera che ancora oggi lascia stupefatti gli spettatori: “Non può accadere finché io e Bob siamo ancora in vita. E anche allora spero che i nostri eredi possano fermare questa follia. Voglio dire, è un oltraggio. E per di più si tratta di un ottimo film. È come voler rifare Quarto potere: perché qualcuno vorrebbe provare a farlo?“. Parole sacrosante dell’autore (ora al lavoro in un progetto top secret assieme a Brad Pitt), soprattutto in un momento storico dove a Hollywood vengono ripescati vecchi successi e spesso si finisce per rovinarne perfino la memoria.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy