Un Professore 2, cosa è cambiato rispetto alla prima stagione? I fan non l’accettano

È arrivata la serata di Un Professore 2, ma intanto sui social network il pubblico si interroga su cosa è cambiato rispetto alla prima stagione. Diverse novità, qualche polemica, ma di cosa stiamo parlando?

La serie vede sempre al centro Alessandro Gassmann e la sua classe di studenti problematici, anche se ci sono delle differenze che il pubblico ha immediatamente notato.

Cambiamenti in Un Professore 2
Un Professore 2, cosa è cambiato? (RaiPlay) VelvetCinema.it

La novità principale della serie è quella del cambio alla regia. La scomparsa di Alessandro D’Alatri ha lasciato la serie nelle mani di Alessandro Casale che è riuscito comunque fino a questo momento a reggere bene il passo in un compito davvero molto difficile sotto ogni punto di vista.

Questo cambio non ha portato a una polemica del pubblico, mentre ce ne sono altri che hanno fatto storcere il naso ai più che non volevano rinunciare alla solidità della prima stagione. Nonostante questo è innegabile come stia andando avanti senza sosta una serie di successo, scritta molto bene e interpretata altrettanto. Ma andiamo a vedere gli altri cambiamenti.

Un Professore 2, i cambiamenti che creano polemica

Ma quali sono i cambiamenti in Un Professore 2, rispetto alla prima stagione, che hanno creato polemica? C’è qualcuno che ha specificato che il personaggio di Mimmo abbia di fatto provato a sfruttare il successo di Mare Fuori. Campano e anche lui in carcere, con permessi, ha i tratti tipici dei personaggi dell’altra serie anche per il fatto che molte dinamiche somigliano alla serie in questione. Non solo perché in molti rimpiangono alcuni personaggi che non ci sono più.

Cambiamenti Un Professore 2
Un Professore 2, tutte le differenze con la prima stagione (RaiPlay) VelvetCinema.it

Pin, Aureliano, la mamma di quest’ultimo, Zucca, Sbarra, Ettore, Alice e soprattutto Chicca, sono un po’ troppi i personaggi che sono usciti dalla serie e che piacevano tanto al pubblico. Soprattutto la dolcissima disegnatrice, che è stata tradita da Manuel, era nel cuore del pubblico che la cita ogni volta durante la messa in onda della serie.

Il clima suggestivo della classe, un ambiente reale, che si vedeva nella prima stagione sembra essere un po’ calato, lasciando sfogo a un perpetuarsi di attenzione su dinamiche sociali. Si è passati infatti dal tema dell’omosessualità di Simone a quello della ragazza madre, del ragazzo di colore che ha dovuto superare la morte del fratello per arrivare in Italia, della ragazza disabile, tutti temi che messi insieme vengono sviluppati con un po’ troppa rapidità cosa che non sembra piacere a un pubblico che avrebbe preferito uno sviluppo della storia più concentrato e meno dispersivo.

Impostazioni privacy